Giovanna Civitillo sarà conduttrice del PrimaFestival di Sanremo: il notiziario che andrà in onda dalle 20:30 su Rai1 nei giorni della kermesse. Con Civitillo anche Valeria Graci e Giovanni Vernia. Immagini a caldo, interviste, dirette dal teatro Ariston, l’analisi dei social: tutto questo al PreFestival. Civitillo è moglie di Amadeus, direttore artistico del Festival, originaria di Vico Equense, in provincia di Napoli, showgirl e ballerina.

Diplomata in danza classica, ha lavorato sia in Rai che a Mediaset. Alcune trasmissioni: Carràmba! Che sorpresa, Beato tra le donne, Domenica In. Dal 2002 al 2006 ha collaborato con Amadeus a L’eredità. Dal 2003 i due hanno cominciato una relazione. Si sono sposati nel 2009, dieci anni dopo in chiesa. I due hanno un figlio, Josè Alberto. La canzone della coppia, ha confidato il conduttore a Tv Sorrisi e Canzoni, è Il segreto degli Stadio.

Civitillo è stata criticata dalla giornalista Lucia Annunziata per alcuni stacchetti messi in scena proprio durante L’eredità. Ha lavorato anche alla sitcom Camera Café, allo Zecchino d’Oro, ad Avanti un altro!, La Vita in diretta. La sua partecipazione al PrimaFestival è stata molto criticata: accusata di favoritismo e raccomandazione.

14-04-2017 MilanoPh.Paolo Della Bella/LaPresse Il presentatore Amadeus con la moglie Giovanna Civitillo e il figlio Jos Alberto a passeggio abbracciati nelle vie della moda

La ballerina e valletta è stata invitata dallo sponsor, secondo quanto riportato. Civitillo si è detta “sorpresa davvero da questa proposta di Rai Pubblicità. Ero pronta a rinunciarci, per evitare polemiche che disturbassero Ama. Poi lui mi ha convinto su quanto fosse stupido rinunciarci: indosserò il mio impermeabile e mi lascerò scivolare addosso le polemiche. Io sono a posto con la mia coscienza, so come sono andate le cose e voglio affrontare il Prefestival con lo spirito giusto”.

Amadeus stesso, in conferenza stampa e in un’intervista a Oggi, ha replicato alle polemiche sui favoritismi: “Non accetto raccomandazioni proprio perché voglio essere libero. Ma sfatiamo un mito. C’è una differenza tra raccomandazione e segnalazione. Si può segnalare chi è bravo, o adatto a un ruolo: questo non significa imporlo. Ma mia moglie è del tutto estranea a entrambe le cose. Sa quanta gente la ferma per strada dicendole di lavorare di più in tv? Solare, allegra, spiritosa, piena di qualità artistiche e proprio perché è mia moglie il più delle volte viene penalizzata. Quindi chi sono io per negarle questa possibilità? Sono strafelice per lei”.

Vito Califano