La Rai non ha memoria. Nella giornata in ricordo delle vittime dell’Olocausto, che ricorre oggi, 27 gennaio 2021, in prima serata l’emittente pubblica non riserva alcun omaggio alla Giornata della Memoria.

Su Rai 1 è in programma la sfida di Coppa Italia tra Juventus e Spal, su Rai 2, che inizialmente aveva annunciato il film Il falsario – Operazione Bernhard (che ha come oggetto il piano segreto nazista messo in atto nella seconda guerra mondiale con l’impiego di 140 prigionieri dei campi di concentramento che stamparono false sterline e dollari), ha ripiegato con la prima puntata del programma La Caserma, su Rai 3 è in programma Chi l’ha visto?.

La fascia prime time da dedicare alla Giornata della Memoria è stata dimenticata anche su Rai5, RaiMovie e Rai4 mentre Rai1 sabato scorso ha proiettato solo in tarda notte il documentario su Anna Frank.

Solo Rai Storia, dalle 21.10 alle 22.30, ha lanciato “Testimoni di Auschwitz”, un documentario sull’Olocausto cone le testimonianze di quindici sopravvissuti di allora, bambini ad Auschwitz.

“Tutto ciò denota la decadenza e il declino della Rai” osserva il deputato Michele Anzaldi, segretario della Commissione di Vigilanza Rai, interpellato dal giornale Vigilanzatv.it.

“A divulgare un prezioso documento inedito di Primo Levi non è il Tg1 o una qualunque testata giornalistica o rete del servizio pubblico, bensì la privata La7” commenta Anzaldi facendo riferimento alla lettera inedita di Primo Levi letta in diretta da Enrico Mentana durante la maratona sulla crisi di governo.

“Una deriva che inquieta, indigna e che dovrebbe far riflettere tutti, sia coloro che pagano il canone che coloro che lavorano in Rai” conclude Anzaldi.

Redazione