Scopre di avere il coronavirus e decide di togliersi la vita per non tornare a casa e rischiare di contagiare l’intera famiglia. Dramma nel dramma in Cina dove si è verificata la tragedia. La vittima si è suicidata a Wuhan, zona dove si è diffuso il virus, impiccandosi a un cavalcavia.

A riferirlo è France24 che spiega come il gesto dell’uomo sarebbe arrivato dopo il mancato accoglimento in un ospedale della zona. Temendo di poter contagiare i suoi affetti più cari, ha così deciso di farla finita.

Intanto da Pechino arrivano ammissioni di colpe e ritardi: “Se fossero state adottate prima le misure di controllo rigorose, il risultato sarebbe stato migliore dell’attuale”, ammette il segretario del Partito comunista di Wuhan.

Sempre nella città cinese è stato completato in tempi record il primo ospedale speciale che da domani, lunedì 3 febbraio, accoglierà i primi pazienti. La struttura, nota con il nome di Huoshenshan, è stata completata in una decina di giorni.