Italia Viva non pone veti nemmeno su Luigi Di Maio premier. E’ quanto sottolineato dall’ex ministra Teresa Bellanova. Nel corso di una intervista a TgCom24, l’ex numero uno del dicastero delle politiche agricole ribadisce il concetto più volte ripetuto in questi giorni dagli esponenti del partito di Matteo Renzi, a differenza del leader dem Nicola Zingaretti secondo il quale “il Partito Democratico ha una sola parola ed esprime un nome come possibile guida di un nuovo governo di cambiamento”. Il nome è quello di Giuseppe Conte.

“Non metteremo veti su Conte ma non c’è solo lui. Andremo al Colle senza fare nomi ma per discutere di temi. Di Maio? Noi non poniamo veti e non li subiamo, partiamo dal programma” ha dichiarato Bellanova ricordando che “quando ci siamo dimessi lo abbiamo fatto per avviare un confronto ma il premier ha preferito cercare un’altra maggioranza, non trovandola. Anche il gruppo nato stanotte lo dimostra, composto dagli stessi che c’erano prima”.

Proprio sul neo gruppo Europeista Bellanova tuona: “A cosa serve un gruppo che non aggiunge e non toglie a ciò che c’era? Perché dare questo segnale devastante al Paese che fa passare il messaggio che in politica si può stare da una parte o dall’altra? Bisogna stare alle questioni del paese e non ai regolamenti di conti”.

“Sicuramente domani al Quirinale andrà Renzi, i due capigruppo Boschi e Faraone, e Bellanova”. Così Ettore Rosato, presidente di Italia Viva, a ‘Un giorno da pecora’ su Rai Radio1. “Noi andremo senza nessun tipo di veto, senza nessun tipo di preclusione, rappresentando il fatto che abbiamo bisogno di un confronto sul programma. Le indicazioni sui nomi arrivano dopo – spiega -. Perché non diciamo come altri che faremo il nome di Conte? Perché le nostre ministre si sono dimesse per risposte che non sono mai arrivate. Su questo serve un confronto di merito”.

LE PAROLE DI DI MAIO – “Tirano in ballo il mio nome col chiaro intento Di mettermi contro il presidente Conte. Sanno benissimo che sto lavorando fianco a fianco con lui, con la massima lealtà, per trovare una soluzione a questa inspiegabile crisi”. E’ quanto detto da Di Maio ai suoi durante una riunione, commentando le parole di Teresa Bellanova. Lo stesso Di Maio durante la riunione ha confermato l’intenzione del MoVimento di salire al Colle in occasione delle consultazioni facendo come “unico nome quello Di Giuseppe Conte”.