Il trasferimento di circa dieci pazienti contagiati dal Coronavirus da alcuni ospedali pubblici a cliniche convenzionate ha attivato la Corte dei Conti a interessarsi di questo filone sanitario, con la collaborazione delle forze dell’ordine. Un accordo sottoscritto con la Regione contemplerebbe per le case di cura e per i laboratori di analisi convenzionati il pagamento anticipato di circa l’80 per cento dei compensi trimestrali. Secondo la Regione si tratta di un’anticipazione che farà parte di un conguaglio sulle prossime spettanze. Pratica sotto osservazione dei magistrati contabili. Un superlavoro, dunque, non solo per i medici, ma anche per magistrati e forze dell’ordine durante questa pandemia.

Basterebbe ricordare i posti di blocco nella strade per impedire le passeggiate durante la quarantena. Nei periodi di emergenza sanitaria spesso si spinge chi ci amministra a occuparsi di attività fino a quel momento poco conosciute, ma impegnative dal punto di vista economico ed organizzativo. Un avvocato, anzi il professore Corrado Cuccurullo – numero uno della Soresa, società regionale che cura gli acquisti per la sanità – si è occupato dell’acquisto milionario di kit rapidi, tamponi e reagenti. Concedendo poche ore di riflessione agli eventuali interessati ha organizzato una bando “sprint” al quale hanno partecipato aziende capaci di analizzare 500 tamponi al giorno.

Procedura sospesa e rapidamente sostituita con una gara aperta anche ai laboratori convenzionati capaci di analizzare almeno 200 tamponi al giorno. Un stop scattato non appena la Procura della Repubblica, aprendo un’indagine conoscitiva, ha chiesto alla Guardia di Finanza di acquisire la documentazione in possesso della Soresa. Nell’inchiesta sarebbero coinvolti l’Istituto zooprofilattico di Portici e un’azienda, la Ames, che con lo zooprofilattico ha chiuso recentemente un contratto per l’esecuzione di particolari controlli da eseguire sulla terra dei fuochi. L’indagine va avanti con un sopralluogo eseguito dai carabinieri allo Zooprofilattico e all’azienda Ames.