Dopo aver formalizzato il suo addio alla segreteria del Pd, Nicola Zingaretti rilancia il suo impegno come governatore del Lazio e per gli ultimi due anni della seconda legislatura vara una nuova giunta aperta anche al M5s. «Oggi è una giornata storica, mai nel Lazio due persone che si erano sfidate per la presidenza poi si erano trovate insieme in giunta, abbiamo avuto la passione e il coraggio di provarci, abbiamo deciso di fare un passo in avanti», la sintesi di Zingaretti. Nella squadra di governo regionale entrano la capogruppo 5 stelle in Consiglio Roberta Lombardi, con un assessorato alla Transizione Ecologica e la Trasformazione Digitale, e Valentina Corrado con le deleghe al Turismo e agli Enti Locali.

Esce dalla giunta l’assessore alla Cultura Giovanna Pugliese, mentre la delega al Bilancio – lasciata libera da Alessandra Sartore che è divenuta sottosegretaria nel governo di Mario Draghi – si aggiunge a quelle del vice presidente Daniele Leodori. Zingaretti insomma concede fiducia alla maggioranza giallorossa che ha sostenuto il secondo governo di Giuseppe Conte, sottoscrivendo con il Movimento un patto in 15 punti con che riguarda soprattutto la trasformazione green dell’economia del Lazio e l’utilizzo delle risorse del Recovery. I vertici nazionali a 5 stelle plaudono all’operazione, ieri sono arrivate parole di apprezzamento dal ministro degli Esteri Luigi Di Maio al reggente Vito Crimi passando per il presidente della Camera Roberto Fico.

Ieri Lombardi ha chiarito che il percorso regionale va distinto dalla corsa per il Campidoglio, per il quale la neo assessora rilancia l’ipotesi di primarie comuni tra candidati dem e 5 stelle. Da parte Pd resta l’indisponibilità a sostenere la sindaca nel corso del suo tentativo di bissare la candidatura. Ora la giunta del Lazio potrebbe diventare un nuovo cantiere, magari per preparare un’intesa in vista del secondo turno. Dopo l’assemblea Pd del weekend, inoltre, potrebbe arrivare anche un chiarimento da parte dell’ex ministro Roberto Gualtieri sulla sua possibile corsa per il Campidoglio.