All’indomani delle elezioni amministrative, il Partito democratico, secondo il sondaggio condotto da Ixè, risulta il primo partito italiano con il 21%. Un guadagno, rispetto a settembre, di 1.6 punti percentuali. Segue la Lega al 18.8% che invece di guadagnare rispetto alla rilevazione prima dell’ultimo voto, perde lo 0.5%, a pari merito con il Movimento cinque stelle che al contrario non perde, né guadagna. Anche Fratelli d’Italia è in leggero calo (0.2%) e ora si trova terza con il 18% tondo.

GLI ALTRI – Forza Italia, ultimo dei ‘big’, si riprende qualche ‘zerovirgola’ rispetto alle ultime amministrative ma rimane all’8.3% (stima a cui resta aggrappata dall’anno scorso). Dopo l’ottimo risultato di lista di Carlo Calenda per la carica di sindaco di Roma, Azione sale anche al livello nazionale fermandosi appena sotto al 4% (3.9%), raddoppiando le stime dell’anno passato. Stabili Sinistra Italiana (2%), Articolo1 (2.1%), Europa Verde (1.5%), +Europa (1.3%). Italia Viva si riprende uno uno 0.4% e sfiora i 2 punti totali.

I TREND – Il partito del Carroccio, dall’ottimo risultato delle Europee del 2019 in poi, è in continua discesa. I dem rimangono stabili ma si riprendono qualche punticino dai risultati negativi registrati durante il lockdown. Costante l’ascesa del partito di Giorgia Meloni che sembra però essersi arrestata da maggio, intorno al 18%. Stabile sin dalle ultime Europee Forza Italia, nonostante il nome di Berlusconi sia insistentemente circolato tra i papabili del Quirinale.

Redazione