Arriva la prima Supermedia dei sondaggi politico elettorali dopo la caduta del governo Draghi, in vista delle elezioni del prossimo 25 settembre e mentre i partiti e le coalizioni discutono di candidature e alleanze, mentre sta per entrare nel vivo la prima campagna balneare nella storia della Repubblica italiana. A realizzare la media ponderata sulle intenzioni di voto è Youtrend.

Sempre in testa Fratelli d’Italia, il partito da battere della leader da battere, Giorgia Meloni. A seguire il Partito Democratico di Enrico Letta. I due leader si lanciano strali da epoche di bipolarismo. Calano tutti in egual misura i partiti considerati responsabili della caduta del governo Draghi: Movimento 5 Stelle, Lega e Forza Italia. Considerati come forza unitaria Verdi e Sinistra Italiana. La coalizione di centrodestra si conferma in netto vantaggio su quella di centrosinistra, anche se più centrista.

Fratelli d’Italia cresce di quasi un punto percentuale, dello 0,9% e arriva al 23,3%. I dem rosicchiano qualche punticino, crescendo dello 1,1% e arrivando al 22,8%. La Lega cala dello 0,9% fino al 13,7%, il Movimento 5 Stelle dell’1,1% fino al 10,1%, Forza Italia di un punto percentuale e si attesta al 7,8%. Flessione leggera sia di Azione/+Europa, di Italia Viva e dei Verdi con Sinistra Italiana: rispettivamente si piazzano al 4,9%, al 2,7%, al 4,1%. Cresce invece Italexit di Paragone, dello 0,2%, fino al 2,8% mentre cala Art.1-MDP all’1,8%.

A livello di coalizioni il centrodestra stacca a mani basse qualsiasi altra combinazione del centrosinistra. Fratelli d’Italia, Lega e Forza Italia mettono insieme il 46,2% delle preferenze. Per la prima volta il centrosinistra centrista (con Partito Democratico, Italia Viva, Azione con +Europa) supera il 30% e si attesta al 30,3%: la strada però è ancora lunga e in salita. Il M5s, da mesi nelle sabbie mobili nei sondaggi e sempre in calo negli ultimi tempi, resta in corsa da solo. Liberi e Uguali al 3,6%, non meglio specificati altri al 9,7%. Tutti i sondaggi avevano comunque riportato una media alta di “non so”, ovvero di potenziale astensionismo come quello osservato nelle ultime tornate elettorali.

I sondaggi presi in considerazione dalla Supermedia Youtrend sono stati quelli degli istituti Demopolis (data di pubblicazione: 25 luglio), EMG (28 luglio), Euromedia (19 e 26 luglio), Piepoli (17 e 19 luglio), Quorum (25 luglio), SWG (18 e 25 luglio) e Tecnè (16, 21 e 23 luglio). Le rilevazioni sono state tutte realizzate tra il 14 e il 27 luglio, la Supermedia è aggiornata al 28 luglio.