Durante gli ultimi comizi nella bergamasca, Matteo Salvini ha lasciato i suoi follower di stucco: dopo i discorsi nei paesi di Cene, Almè e Sorisole, al voto domenica e con sindaci leghisti uscenti, ha fermato la folla che solitamente si accalca per fare i selfie di rito e li ha invitati alla calma.

Una fila che a volte dura anche ore e a cui il leader della Lega è sempre stato molto ben disposto. “Fermi lì, mettetevi in fila”, ha detto al gruppo di fan appostati. A qualcuno non è sfuggito però che il braccio sinistro è rimasto penzoloni lungo il corpo. Lui stesso ha detto dolorante al microfono: “Ieri ho preso tre muscoril”.

Poi con la fila ordinata e distanziata si è dato ai selfie. Come riporta il Corriere della Sera, qualcuno dal suo staff ha poi spiegato che Salvini non aveva subito colpi o ferite ma che aveva il braccio dolorante per i troppi selfie che scatta con il braccio alzato al termine dei comizi. Per questo motivo era necessario che invitasse i suoi simpatizzanti a rimanere “calmi e distanziati”.