Nel Lazio calano i contagi e non sono stati registrati decessi nelle ultime ore; anche il tasso di ospedalizzazione si mantiene basso. Ma Alessio D’Amato, assessore alla Sanità della Regione, invita alla prudenza: “Bisogna mantenere alta la guardia”. Intanto va avanti la campagna di vaccinazione: “Data disposizione alle Asl per acquisire il fabbisogno dei pediatri di libera scelta per la consegna vaccini Pfizer e Moderna per la fascia junior 12-16 anni” ha annunciato al termine dell’odierna videoconferenza della task-force regionale per il Covid-19 con i direttori generali delle Asl e aziende ospedaliere, policlinici universitari e l’ospedale pediatrico Bambino Gesù. Ieri il governatore Nicola Zingaretti ha annunciato il boom di prenotazioni per i vaccini, arrivate a 150mila in 5 giorni.

Il bollettino Covid del 27 luglio

Secondo gli ultimi dati diffusi dalla Regione, oggi su oltre 13mila tamponi nel Lazio (+5385) e oltre 22mila antigenici per un totale di oltre 35mila test, si registrano 543 nuovi casi positivi (-7) e 0 decessi (-2). Le persone ricoverate  sono 254 (+14), le terapie intensive sono 35 (+1), i guariti 303. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 4,1%, mentre se si considerano anche i test antigenici, la percentuale scende all’1,5%. I casi a Roma città sono a quota 351.

Il punto vaccini all’aeroporto di Fiumicino

L’aeroporto Leonardo da Vinci di Fiumicino è il primo a poter disporre di un punto vaccini all’interno del Terminal, dedicato ai passeggeri in partenza, in arrivo e in transito, ma anche agli operatori aeroportuali. In quest’area verranno somministrate dosi di Pfizer, Moderna e Johnson & Johnson senza prenotazione.

L’Aeroporto di Fiumicino è il primo al mondo dove si potrà fare il vaccino in partenza per le vacanze. È il sistema Vax and Go, che nasce da una sperimentazione che coinvolge Regione Lazio, INMI Spallanzani e Aeroporti di Roma: Fiumicino – Ciampino” ha scritto Zingaretti su Facebook. “Dobbiamo portare l’Italia fuori dall’incubo del Covid e ridare agli italiani la libertà. Ce la faremo solo con il vaccino e con comportamenti responsabili. Tutto il resto sono buffonate che rallentano e allontanano la possibilità di lasciarsi alle spalle uno dei periodi più drammatici dalla storia del dopoguerra.Speriamo che anche altri aeroporti seguano questo esempio.”

 

Mariangela Celiberti