“Penso sia stata una benedizione di Dio, una benedizione sotto mentite spoglie”. È quanto ha detto Donald Trump, in un video postato su Twitter, commentando il suo contagio da covid. Una dichiarazione destinata a far discutere. Il Presidente ha spiegato, nella sua prima apparizione video dopo il ritorno alla Casa Bianca, che il contagio l’ha portato a scoprire il Regeneron, un farmaco sperimentale che ora vorrebbe promuovere gratis per tutti gli americani. “Ci sono molte aziende nella fase finale del vaccino, avremo il vaccino tra pochissimo tempo, penso prima delle elezioni. La Food and Drug Administration sta agendo in fretta come non mai, abbiamo accelerato i tempi”: ha continuato Trump. “Penso che dovremmo averlo prima delle elezioni, ma è coinvolta la politica. E va bene. Vogliono fare i loro giochi e magari arriverà subito dopo le elezioni”, ha aggiunto.

Il Presidente, ha fatto sapere il suo medico, non ha sintomi da 24 ore e non ha febbre da quattro giorni. Ieri ha passato gran parte della giornata nella Map Room, al piano seminterrato della Casa Bianca. Avrebbe insistito per fare un discorso alla nazione per rassicurare sulle sue condizioni. Ieri era emersa la notizia secondo la quale, violando l’isolamento, Trump sarebbe entrato nello Studio Ovale. Indiscrezione prontamente smentita da una portavoce. “Non vedo l’ora di sfidare Joe Biden il 15 ottobre”, ha detto. Lo sfidante democratico ha detto che se Trump sarà ancora positivo il dibattito di Miami, il secondo tra i due, non dovrebbe avere luogo. Bisognerà aspettare almeno fino a lunedì prossimo per conoscere le condizioni di Trump. “La Cina pagherà per tutto quello che ha fatto all’America e al mondo – ha aggiunto – è colpa della Cina”.

 

LE CRITICHE – Non sono mancate, da quando è emersa la notizia del contagio, critiche sull’operato di Donal Trump. Quando era ancora ricoverato è uscito con la scorta, in auto, per salutare i suoi sostenitori. Perplessità e dubbi sono emersi sulla trasparenza delle notizie diffuse dalla Casa Bianca. Tornato a Washington Trump si è subito tolto la mascherina, a favore di fotografi e telecamere. Ed è tornato agguerritissimo sui social. Facebook ha cancellato un suo post, nei giorni scorsi, nel quale paragonava il coronavirus all’influenza. Ieri, in poco più di due ore, alla vigilia del dibattito tra i candidati vice presidenti Mike Pence e Kamala Harris, ha postato una cinquantina di tweet. Ieri è arrivata un’altra cattiva notizia per il presidente: dovrà presentare le sue dichiarazioni fiscali alla procura di New York che indaga sugli affari di famiglia. Gli Stati Uniti restano il Paese più colpito dalla pandemia al mondo con 7.550.731 positivi dall’inizio dell’emergenza e 211.834 morti, dati della Johns Hopkins University.

I SONDAGGI – I sondaggi danno sempre favorito Joe Biden, sia nel voto popolare che al collegio elettorale. L’October Surprise potrebbe non aver giovato al Presidente in carica. Già alle elezioni del 2016 Trump riuscì però a ribaltare il risultato ai danni di Hillary Clinton. Anche Kamala Harris, tuttavia, è stata premiata dai sondaggi dopo il faccia a faccia con il vice presidente Mike Pence: la vice candidata in ticket con Biden è stata considerata vincitrice del duello tv da quasi il 60% degli intervistati.

Redazione