Continua la polemica tra lo scrittore napoletano Maurizio De Giovanni e i tifosi della Salernitana.

L’autore del Commissario Ricciardi e de I bastardi di Pizzofalcone ha infatti annunciato, tramite un post su Facebook, di aver annullato la presentazione del suo ultimo libro a Salerno. Il motivo? I duri attacchi ricevuti dopo le critiche, da lui rivolte alla tifoseria, per i cori anti-Napoli della partita Roma-Salernitana.

Lo scorso 10 aprile gli ultras presenti all’Olimpico avevano infatti risposto alle provocazioni dei giallorossi- che li avevano accostati ai napoletani- affermando di ‘Odiare Napoli.’ “Ma siete così ossessionati? Le vostre anguste menti hanno così tanto bisogno di qualcuno da odiare? Che piccola, povera gente che siete” aveva commentato lo scrittore sul popolare social network.

Il post su Facebook

“Mi dispiace. Per le mie lettrici, e per i miei lettori che ogni volta riempiono gli spazi in cui presento i miei libri. Mi dispiace per una città e una provincia per le quali non ho mai nascosto il mio sincero amore, tanto da farci nascere il mio personaggio più caro. Mi dispiace perché sono consapevole che così la do vinta ai facinorosi, ai delinquenti e più in generale agli imbecilli” si legge sul post pubblicato ieri 16 aprile. “Ma devo essere coerente, e allora devo ribadire con forza che ogni volta che si alzano cori ottusi che augurano catastrofi naturali al mio popolo, che dovrebbe essere invece amato perché fratello, stesso sangue stessa cultura, provo un profondo disgusto. E devo ribadire che tutti quelli che mi minacciano o mi insultano per questo si uniscono implicitamente a quei cori. 

Devo ribadire che se vado in un posto a incontrare le mie lettrici o i miei lettori non lo faccio perché devo vendere libri, perché grazie a Dio non ne ho più bisogno da molti anni. Mi hanno insegnato che se non sono gradito, non devo accettare inviti. Per cui grazie, ma non voglio mettere nessuno in difficoltà.

Un saluto affettuoso a tutti, ma proprio tutti quelli che amano le mie storie.”