Per la CNN Napoli è tra le destinazioni da non perdere nel 2022. Il capoluogo della Campania è l’unica città italiana inserita nella newsletter Travel dell’emittente televisiva statunitense compilata e pubblicata a inizio anno. Napoli tra decine di altre destinazioni turistiche internazionali, grandi metropoli e parchi naturali. Perché? “Perché Napoli è in piena espansione. Il centro storico pulsa di energia”, si legge.

A poco più di un mese dall’articolo-reportage del quotidiano francese Le Figaro, che definiva Napoli “terzo mondo d’Europa”, “fatiscente e soffocata dai debiti”, e che aveva scatenato lunghissimi strascichi e polemiche – ma che pure riconosceva la scoperta della vocazione turistica della città nell’ultimo decennio – ecco il riconoscimento del media statunitense. La Cnn segue a ruota il New York Times che lo scorso dicembre aveva definito Napoli “città delle contraddizioni” che “torna a essere la casa del cinema”, elencando criticità e virtù della città.

La CNN racconta di “aree che in precedenza erano considerate da evitare per i turisti sono finalmente viste in una luce diversa”. Come il Rione Sanità, “un tempo guardato dall’alto in basso, è ora il posto in cui stare, con i visitatori che affollano le sue antiche catacombe”. La newsletter segnala anche la mostra Paolo La Motta – Capodimonte incontra la Sanità visitabile fino al 15 gennaio. Proprio il Museo di Capodimonte e il Real Bosco sono infatti citati tra i luoghi da non perdere in città.

E vengono quindi citati la Pizza, Sophia Loren, le antiche rovine e i quartieri moderni, lo zigzag dei motorini e i palazzi gloriosi “costruiti quando la città del Sud era uno Stato sovrano”. E ancora, qualche cliché e qualche piccola verità: “Lo gesticolare con le mani è una forma d’arte qui” e “la proverbiale cordialità italiana”. Napoli compare nella newsletter con altre destinazioni internazionali come le isole Antigua e Barbuda, l’arcipelago Palau, la Giordania, l’Australia, il Perù, il Sudafrica, la Malesia, città europee come Valencia, Digione, Oslo e poi i grandi parchi e le riserve naturali.

Giornalista professionista. Ha frequentato studiato e si è laureato in lingue. Ha frequentato la Scuola di Giornalismo di Napoli del Suor Orsola Benincasa. Ha collaborato con l’agenzia di stampa AdnKronos. Ha scritto di sport, cultura, spettacoli.