L’autore del video del paziente morto nel bagno dell’ospedale Cardarelli di Napoli parla per la prima volta. E racconta perché ha girato quel filmato: dice di averlo fatto per la vittima, per quel paziente accasciato senza vita nel bagno dell’ex sala d’attesa del pronto soccorso. “Quel video e anche altri li ho girati e anche messi su Fb per far capire che lì ci trattano come appestati, anziani abbandonati e lasciati soli, come è successo a quel vecchio morto in bagno, che era vivo quando sono entrato”, ha detto all’Ansa Rosario La Monica, un 30enne di Marianella, autore del video diventato virale che ha scatenato numerose e forti polemiche.

“Era in stanza con me – ha continuato Rosario – non usciva dal bagno e quindi sono entrato. Non riusciva a respirare perché aveva il covid. Gli ho buttato dell’acqua in faccia e poi ho chiesto aiuto, ma nessuno mi dava retta. Sono arrivati dopo mezz’ora ed era già morto. Non riesco a sopportarlo”.

Questa la testimonianza dell’uomo che ha girato e quindi cominciato a diffondere il video diventato virale in poche ore. Il caso è esploso ieri pomeriggio. Il Cardarelli è tra i nosocomi più colpiti dall’emergenza covid. I medici e gli infermieri lavorano sotto organico per far fronte all’afflusso continuo di pazienti. L’uomo ritrovato senza vita e al centro del video in questione era ricoverato nell’area dei sospetti Covid. Aveva saturazione bassa ed era stato adagiato su una lettiga. La diffusione del video ha esacerbato l’odio nei confronti del personale sanitario, già oggetto di attacchi nelle ultime settimane e costretto a lavorare in condizioni di assoluta emergenza.

Chi sono l’autore del video del paziente morto al Cardarelli e il politico che l’ha diffuso.

LA NOTA – La direzione generale del Cardarelli, dopo che il video ha cominciato a diffondersi, ha condannato la strumentalizzazione: “Nella giornata di oggi, mercoledì 11 novembre 2020, un paziente ricoverato nell’area di Area Sospetti del pronto soccorso del Cardarelli, con probabile infezione da Covid-19 e per questo già in terapia, è stato trovato privo di vita nel bagno dell’area di pronto soccorso. A ritrovare il corpo è stato il personale dell’ospedale che ha notato l’eccessiva permanenza dell’uomo nella toilette. A pochi minuti dal decesso ha iniziato a circolare in rete un video che mostra il corpo dell’uomo, girato approfittando dell’allontanamento dei soccorritori andati a prendere una lettiga sulla quale adagiare il corpo. Non è al momento possibile stabilire quale sia stata la causa del malore che ha portato al decesso, tuttavia la direzione sanitaria ha doverosamente avviato ogni indagine necessaria”.