Lo hanno sorpreso mentre, nel cuore della notte, si aggirava tra le auto parcheggiate “armato” di strumenti utili allo scasso. Continua senza sosta, seppur con risorse limitate, l’attività di controllo delle forze dell’ordine nel quartiere di Pianura, periferia ovest di Napoli.

Dopo l’escalation di furti e rapine delle ultime settimane che hanno colpito scuole, supermercati e altre attività commerciali, la caserma dei vigili del fuoco, le auto in sosta, la polizia la scorsa notte è riuscita a intercettare uno dei presunti autori dei numerosi raid che stanno flagellando il quartiere.

Intorno alle 4 del 27 gennaio gli agenti del Commissariato Pianura, diretti dal vice questore Arturo De Leone, durante un servizio mirato (perché raid del genere avvengono soprattutto di notte) hanno sorpreso un 38enne, D.V., in via Rocco Scotellaro mentre, con il volto travisato, si aggirava tra le auto in sosta.

L’uomo, con precedenti per furto e ricettazione, è stato fermato dagli agenti e trovato in possesso di strumenti atti allo scasso. E’ stato deferito all’autorità giudiziaria in stato di libertà per possesso ingiustificato di chiavi alterate e grimaldelli. Nella zona non sono state trovate auto aperte.

Nelle sorse ore un residente, attraverso la pagina Facebook “Pianura e Dintorni“, ha denunciato l’ennesimo raid “in via Carlo Carrà, non capisco come possano succedere queste cose nonostante il coprifuoco alle 22. Questo prova che il nostro quartiere non è presidiato da nessuno ed io che devo scendere la mattina per andare a lavoro mi trovo questa sorpresina in macchina, per fortuna non lascio mai niente all’interno quando la parcheggio, addirittura hanno rubato l’unica cosa che avevo nel cruscotto ovvero un succo di mela e banana con il quale faccio la colazione la mattina. Stanno davvero messi male”.

La scorsa settimana sempre gli agenti del Commissariato Pianura hanno fermato il presunto responsabile di due furti nel popoloso quartiere napoletano, quello all’impianto sportivo di via Comunale Masseria Grande e all’Istituto Comprensivo “Massimo Troisi”.

Gli agenti hanno fermato il 29enne napoletano Arlindo Do Rosario Strano Ferro durante un controllo del territorio: nel transitare in via Giorgio De Grassi hanno notato un uomo che, alla loro vista, è entrato frettolosamente in un palazzo. I poliziotti lo hanno seguito e bloccato, mentre nella sua abitazione hanno rinvenuto una borsa contenente numerosi arnesi per lo scasso.

Il 29enne è stato quindi identificato, grazie alle immagini del sistema di videosorveglianza, come il responsabile di un furto commesso il 7 gennaio all’impianto sportivo di via Comunale Masseria Grande, dal quale erano stati asportati un televisore e numerosi alimenti.

Non solo. Il 29enne è ritenuto anche il responsabile di un furto di infissi in alluminio e altro materiale avvenuto lo scorso dicembre all’Istituto Comprensivo “Massimo Troisi”. Arlindo Do Rosario Strano Ferro, con precedenti di polizia per reati contro il patrimonio, è stato quindi denunciato per furto aggravato.

Giornalista professionista, nato a Napoli il 28 luglio 1987, ho iniziato a scrivere di sport prima di passare, dal 2015, a occuparmi principalmente di cronaca. Laureato in Scienze della Comunicazione al Suor Orsola Benincasa, ho frequentato la scuola di giornalismo e, nel frattempo, collaborato con diverse testate. Dopo le esperienze a Sky Sport e Mediaset, sono passato a Retenews24 e poi a VocediNapoli.it. Dall'ottobre del 2019 collaboro con la redazione del Riformista.