Assurda e inefficace la disposizione dettata dal governo secondo la quale la temperatura degli studenti va misurata a casa. Lo scrive il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca su Facebook. “Per questo motivo la Regione ha deciso di acquistare termoscanner da assegnare agli istituti per fare in modo che la temperatura venga misurata agli alunni all’ingresso degli stessi istituti”.

La misura decisa a Palazzo Santa Lucia dopo la riunione con l’Unità di Crisi e con tutti i direttori generali delle Asl e delle aziende ospedaliere. “Si comincerà – ha scritto De Luca su Facebook – dalle secondarie superiori. Si farà poi una verifica tra 4/5 giorni per capire l’andamento dello screening volontario sul personale scolastico. Le strutture sanitarie regionali si preparano a coprire eventuali vuoti per fare in modo che tutto il personale arrivi negli istituti dopo il necessario controllo”.

De Luca non ha mai nascosto le sue perplessità sull’operato della titolare del ministero dell’Istruzione Lucia Azzolina. In alcuni casi ne ha chiesto le dimissioni. Negli ultimi giorni aveva fatto discutere l’ipotesi, avanzata per l’aumento dei contagi delle ultime settimane, di tornare a bloccare gli spostamenti tra le Regioni. Le dichiarazioni avevano scatenato le repliche piccate di altri governatori. Nel bollettino odierno la Campania ha fatto registrare 116 positivi, di cui 54 di rientro: 30 dalla Sardegna e 24 dall’estero.