Il passaggio di consegne tra il premier uscente Giuseppe Conte e il nuovo presidente del Consiglio Mario Draghi si è svolto nella sala dei Galeoni di palazzo Chigi con la tradizionale cerimonia della campanella.

Giuseppe Conte ha così passato le consegne a Mario Draghi, che – avendo simbolicamente suonato la campanella – è entrato nel pieno delle sue funzioni. Alle 14 si riunirà il primo Consiglio dei ministri che nominerà il nuovo sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Roberto Garofoli.

Il passaggio della campanella, in tempi di covid, è avvenuto dopo aver che Conte e Draghi hanno provveduto a disinfettarsi le mani con l’amuchina. Un applauso finale ha salutato Conte prima che il presidente uscente lasciasse il salone d’onore.

L’avvocato è stato salutato dal personale affacciato alle finestre a cui ha risposto, visibilmente commosso, con un cenno della mano.

Nel settembre del 2019, a cavallo tra il primo e il secondo governo guidato da Conte, c’è stato il passaggio della campanella da una mano all’altra del premier che subentrava a se stesso.

LA CERIMONIA DELLA CAMPANELLA – Dopo aver svolto il giuramento del nuovo governo nelle mani del Presidente della Repubblica al Palazzo del Quirinale, una volta giunto a Palazzo Chigi, il presidente del Consiglio dei ministri entrante viene accompagnato dal consigliere militare con cui passa in rassegna la guardia d’onore schierata nel cortile interno.

Salutato il segretario generale alla Presidenza del Consiglio, il neo presidente, venendo ancora accompagnato, sale attraverso lo Scalone d’Onore, giungendo dunque nella Sala delle Galere dove viene accolto dal presidente uscente. Assieme entrano nello Studio presidenziale per un incontro riservato, al termine del quale, vengono raggiunti sia dal sottosegretario alla Presidenza del Consiglio sia entrante (Roberto Garofoli) che uscente (Riccardo Fraccaro), coi quali fanno rientro nel Salone delle Galere dove ha luogo la simbolica cerimonia di consegna della campanella. Il neo presidente del Consiglio rientra quindi nel proprio studio, mentre il presidente uscente, accompagnato dal capo dell’Ufficio del cerimoniale di Stato e per le onorificenze attraverso lo Scalone d’Onore, giunge nel cortile interno e, dopo aver ricevuto gli onori militari da parte della guardia d’onore schierata, lascia a piedi Palazzo Chigi.

IL PRIMO CDM – Dopo che il Presidente del Consiglio uscente ha lasciato Palazzo Chigi, nella Sala del Consiglio, l’Esecutivo, riunitosi, tiene il primo Consiglio dei ministri. In questa seduta viene nominato il Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei ministri Segretario del Consiglio dei ministri, nella persona già annunciata dal Presidente al Quirinale insieme alla lista dei ministri. Il Segretario non deve prestare giuramento pubblicamente, bensì appunto durante il primo Consiglio dei ministri, dopo la sua nomina prima di assumere le sue funzioni. Nel primo CdM vengono anche assegnate le deleghe ai ministri senza portafoglio.

Napoletano doc (ma con origini australiane e sannnite), sono un aspirante giornalista: mi occupo principalmente di cronaca, sport e salute.