Hanno generato caos e psicosi le recenti ordinanze della regione Campania sui cittadini che rientrano dall’estero. In tanti, al rientro dalle vacanze, si sono presentati all’esterno dell’ospedale Cotugno, centro di riferimento regionale per l’emergenza coronavirus, nella speranza di sottoporsi quanto prima al tampone.

Le indicazioni delle Asl, tuttavia, invitavano i cittadini a recarsi a casa e successivamente auto-denunciarsi inviando una mail o telefonando a un numero fisso (anche se sono diverse le segnalazioni di persone che non ottengono risposta).  Dopo l’autodenuncia, nel giro di 48-72 ore arriveranno ai domicili indicati le Unità Speciali di Continuità Assistenziale (USCA) istituite per l’emergenza covid-19.

L’Asl Napoli 1 Centro fa sapere che “è possibile effettuare tampone per coloro che rientrano dall’estero a partire da domani mattina 15 agosto 2020 dalle ore 9. Gli interessati sono obbligati ad inviare una email all’indirizzo dichiarazione.viaggiatore@aslnapoli1centro.it e poi presentarsi il giorno successivo presso il Frullone in via Comunale del Principe 13/a in Napoli per il tampone”.

RITORNO DALL’ESTERO: 17 CASI NEGLI ULTIMI DUE GIORNI – L’Unità di Crisi della Regione Campania fa sapere, intanto, che sui complessivi 69 casi positivi registrati in Campania negli ultimi due giorni, 17 riguardano cittadini campani rientrati dalle vacanze all’estero e intercettati agli arrivi come previsto dall’ordinanza. Nel dettaglio: 9 erano provenienti da Malta, 8 dalla Grecia (Atene e Corfù).

Per 16 dei 17 positivi rientrati in Campania, i tamponi positivi riguardano residenti nell’area di competenza dell’Asl Napoli 1, uno dell’Asl Napoli 2. Per quanto riguarda i contagi di importazione da altri Paesi, nei giorni precedenti all’ordinanza erano stati intercettati altri positivi ancora da Malta (11), Francia (1), Corfù (1), Santo Domingo (1).

“Questi dati – dichiara il Presidente della Regione – confermano l’importanza dell’ordinanza, in assenza della quale i casi positivi individuati, che si aggiungono agli altri dei giorni precedenti, sarebbero stati in giro per la Campania con diffusione del contagio. Continuiamo con il massimo rigore. Chiediamo la massima collaborazione dei cittadini, e invitiamo ancora una volta a evitare viaggi all’estero in aree di rischio. Colgo l’occasione per invitare in particolare i giovani, in occasione del Ferragosto, ad avere il massimo senso di responsabilità, e i gestori dei locali a rispettare rigorosamente le norme di sicurezza in vigore”.

OLTRE 2300 SEGNALAZIONI – L’Unità di Crisi, giovedì 13 agosto, ha comunicato che i dati dei rientri registrati dalle ASL nel territorio della regione Campania in attuazione della ordinanza n. 68 del 12 agosto scorso sono i seguenti: – 1.374 segnalazioni di rientro via mail – 967 segnalazioni di rientro via telefono. Totale: 2.341 segnalazioni nella giornata di oggi.

In dettaglio: -ASL NA1: 408 segnalazioni di rientro -ASL NA2: 430 segnalazioni -ASL NA3: 133 segnalazioni -ASL BN: 190 segnalazioni -ASL AV: 243 segnalazioni -ASL CE: 390 segnalazioni -ASL SA: 547 segnalazioni.

Sono 131 i tamponi e 25 i test sierologici effettuati i cui risultati saranno disponibili da domani. Prima del 12 agosto sono stati 38 i positivi di rientro dall’estero.