I vincitori della 71esima edizione del Festival di Sanremo sono la band dei Maneskin con Zitti e buoni (di D. David, T. Raggi, E. Torchio, V. De Angelis). L’esito è arrivato alla fine della quinta serata della kermesse, intorno alle 2:30 di domenica 7 marzo.  succede, nell’albo doro della manifestazione a Diodato che nel 2020 aveva vinto con la canzone Fai Rumore. La 71esima edizione è stata condotta dal direttore artistico Amadeus con la spalla di Rosario Fiorello, premiato con il Premio Città di Sanremo. Un’edizione speciale, senza pubblico all’Ariston, per via delle restrizioni anti-coronavirus.

I Maneskin hanno avuto la meglio su Francesca Michielin e Fedez, secondi con la loro Chiamami per nome, ed Ermal Meta, terzo con la sua Un milione di cose da dirti. Parteciperanno quindi all’Eurovision Song Contest il 22 maggio a Rotterdam, in Olanda, rappresentando l’Italia.A Willie Peyote, con Mai dire mai (La locura), è andato il Premio della Critica Mia Martini. A Colapesce e Dimartino, per la loro Musica leggerissima, il Premio della Sala Stampa Lucio Dalla. A Ermal Meta il Premio Giancarlo Bigazzi per la Migliore Composizione Musicale. A Madame il Premio Bardotti per il Miglior testo per Voce. Ermal Meta ha vinto anche il Premio per la Miglio cover per Caruso di Lucio Dalla.

Il voto è stato riaperto appositamente per il podio al termine della serata: ha votato la Giuria Demoscopica, la Sala Stampa e i telespettatori attraverso il televoto. Nel corso della finale i 26 Big in gara erano stati giudicati dal televoto.

I giorni scorsi il voto era stato spezzettato. Le prime due serate, durante le quale si sono esibite in due spezzoni i 26 artisti Big in gara, ha votato la giuria demoscopica. La terza serata, quella delle cover, hanno votato i maestri dell’orchestra. La quarta serata il giudizio è arrivato dai giornalisti di sala stampa. Ieri nella finale delle Nuove Proposte era stato premiato Gaudiano con la sua Polvere da sparo, che si è esibito nella serata finale.

Giornalista professionista. Ha frequentato studiato e si è laureato in lingue. Ha frequentato la Scuola di Giornalismo di Napoli del Suor Orsola Benincasa. Ha collaborato con l’agenzia di stampa AdnKronos. Ha scritto di sport, cultura, spettacoli.