Le scommesse arrivano fino in cima al Colle. Allibratori internazionali di ogni sorta si sono scatenati dopo che oggi, il presidente della Camera Roberto Fico, ha convocato il Parlamento in seduta comune, con la partecipazione dei delegati regionali, lunedì 24 gennaio, alle ore 15, per eleggere il presidente della Repubblica.

Secondo gli analisti delle puntate, il favorito numero uno è Mario Draghi. Oddsdealer.net, fornitore di quote per i bookmakers internazionali, lo quota a 1,90. Subito alle sue spalle, come riporta L’Unione Sarda, c’è quella che ha più probabilità di diventare la prima donna al Quirinale, l’attuale ministro della Giustizia Marta Cartabia, quotata a 2,50. Seguono democristiani di lungo corso come Pier Ferdinando Casini a 5 e Paolo Gentiloni a 7.

L’altra donna in corsa, la presidente del Senato Maria Elisabetta Casellati, invece paga 10,50 volte la posta. Alle sue spalle si piazza Silvio Berlusconi, il nome ‘ufficiale’ del centrodestra che secondo i bookmakers non ha molte speranze: è quotato a 15.

Alle spalle del leader di Forza Italia il suo ex braccio destro a Palazzo Chigi Gianni Letta, quotato a 22. Seguono Marcello Pera e 23 e Anna Finocchiaro, che paga 27 volte la posta. Gli ex premier Romano Prodi e Giuliano Amato sono entrambi quotati a 30, poi Paola Severino a 32 e Dario Franceschini a 37. Chiudono a 40 tre donne: Letizia Moratti, Emma Bonino e Rosy Bindi.

Riccardo Annibali