Si è chiuso alle 15 il voto per le amministrative che vede chiamati alle urne oltre 12 milioni di italiani per il rinnovo di 1.192 amministrazioni comunali, per le suppletive della Camera di Siena e Roma-Primavalle e per le regionali in Calabria.

Un banco di prova importante per i partiti: il centrodestra alle prese con la conta interna che dovrà chiarire i rapporti di forza nella coalizione, il Partito Democratico in cerca di riscatto, il Movimento 5 Stelle del neo-leader Giuseppe Conte alle prese con la prima tornata elettorale.

Le sfide clou sono quelle di Roma, Milano, Napoli, Torino, Bologna e Trieste, tutti capoluogo di Regione. Test importante per la coalizione PD-M5S, che correranno insieme in Calabria, a Napoli e a Bologna, oltre che in 5 capoluoghi di provincia (Varese, Pordenone, Ravenna, Grosseto e Isernia) su 14, e in 27 comuni sopra i 15mila abitanti su 97.

Gli altri tredici capoluoghi che andranno alle urne sono Benevento, Caserta, Cosenza, Grosseto, Isernia, Latina, Novara, Pordenone, Ravenna, Rimini, Salerno, Savona e Varese.

COME SI VOTA – Nei Comuni al di sotto dei 15mila abitanti non è previsto il ballottaggio e vince il candidato sindaco che ottiene la maggioranza relativa dei voti. In quelli con oltre 15mila abitanti se al primo turno nessun candidato sindaco otterrà il 50 per cento più uno dei voti, si andrà al ballottaggio previsto tra due settimane, il 17 e 18 ottobre.

LE SFIDE PRINCIPALI – A Milano il sindaco uscente Beppe Sala, centrosinistra, dovrà vedersela con Luca Bernardo per il centrodestra e con la manager Layla Pavone per il Movimento 5 Stelle. Tra i candidati c’è anche la lista no-vax del Movimento 3V.

A Napoli sono sette i candidati a sindaco: oltre a Gaetano Manfredi (Pd e M5s) e l’ex pm Catello Maresca, per il centrodestra, c’è l’ex assessore del sindaco uscente Luigi de Magistris, Alessandra Clemente, e l’ex sindaco e governatore Antonio Bassolino.

A Bologna Matteo Lepore, assessore uscente alla Cultura e allo Sport, è sostenuto da PD, Italia Viva e Movimento 5 Stelle. L’avversario è Fabio Battistini, sostenuto invece dal centrodestra. E’ la sfida che appare più indirizzata verso una vittoria già al primo turno, con Lepore favorito.

A Torino la sfida è tra Stefano Lo Russo, candidato del centrosinistra, Paolo Damilano per il centrodestra e Valentina Sganga per il Movimento 5 Stelle.

In Calabria sono quattro i candidati: Roberto Occhiuto per il centrodestra, Amalia Bruni per centrosinistra e Movimento 5 Stelle, più due ‘civici’: l’ex sindaco di Napoli Luigi de Magistris e l’ex governatore calabrese Mario Oliverio.

IL VOTO LIVE A ROMA

17:30 – Secondo la proiezione Tecnè per Mediaset, con copertura del campione al 64%, si va sempre più verso un ballottaggio Michetti-Gualtieri. Il candidato del centrodestra è avanti col 29% ma dietro è l’ex ministro ad aumentare il suo vantaggio su Virginia Raggi: Gualtieri sfiora il 27 per cento, mentre la sindaca uscente resta al 19. Ancora più dietro Carlo Calenda al 18 per cento.

16:50 – Con la seconda proiezione anche Swg torna a dare Gualtieri secondo nella corsa al Campidoglio. In testa resta Michetti col 31%, con Gualtieri secondo al 24 e Raggi terza al 21 per cento. La proiezione ha una copertura del 21 per cento.

16:15 – Esito incerto nella Capitale confermato anche dalla prima proiezione Swg-La7. Michetti resterebbe ancora avanti con una forbice del 29-33 per cento, ma dietro l’avvocato candidato del centrodestra ci sono appaiati Gualtieri e Raggi col 21-25, con più indietro Calenda al 15-19. La proiezione è con una copertura del 4 per cento.

Diversi i dati di Tecnè per Mediaset, dove dietro Michetti c’è Gualtieri al 26,6 per cento. Nettamente più staccata Virginia Raggi al 20 per cento e quindi Calenda al 18. La proiezione Tecnè ha una copertura del 21%.

15:10 – Gli istant poll di YouTrend per SkyTg24 vedono avanti Roberto Gualtieri avanti con una forbice 26-30%, davanti a Michetti 24-28. Durante la campagna elettorale il candidato del centrodestra era sempre stato avanti nei sondaggi.

IL VOTO LIVE A MILANO

18:50 – Beppe Sala rinnovato sindaco di Milano. “Credo che quello che sta maturando a Milano è qualcosa di importante, un evento quasi storico”.

17:30 – Altra proiezione di Swg che conferma con copertura 13% la vittoria al primo turno di Beppe Sala col 57 per cento, davanti a Bernardo fermo al 31%, mentre la 5 Stelle Pavone e Paragone sono appaiati al 3 per cento.

Swg pubblica anche le prime proiezioni sulle liste a Milano: importante risultato del PD col 34 per cento ma bene nel campo del centrosinistra anche la Lista Sala all’8%. Nel centrodestra invece la Lega è al 12%, davanti a Fratelli d’Italia all’otto e Forza Italia al sette, mentre la lista di Bernardo non va oltre il 3 per cento.

16:40 – Anche la seconda proiezione di Swg-La7 mostra Beppe Sala confermare una probabile vittoria al primo turno col 58%, ampiamente avanti a Bernardo fermo al 30 per cento. Male il Movimento 5 Stelle con Layla Pavone staccata al 3% e tallonata da vicino da Italexit di Gianluigi Paragone. La copertura è del 10%.

15:45 – Nella prima proiezione su Milano di Swg per La7, con copertura del 5%,  Sala è tra il 56,2-60,2 per cento mentre Bernardo è staccato al 27,2-31,2%: il sindaco uscente doppierebbe l’esponente del centrodestra.

15:10 – Gli istant poll di YouTrend per SkyTg24 vedono avanti vedono Sala oltre la soglia del 50% già al primo turno, con Bernardo solo al 32-36%. Clamoroso il dato di Gianluigi Paragone e del suo partito, Italexit, che supera la candidata del Movimento 5 Stelle Layla Pavone.

IL VOTO LIVE A NAPOLI

17:40 – Le nuove proiezioni di Swg-La7 con copertura al 14 per cento confermano sostanzialmente l’esito di quelle precedenti per quanto riguarda il voto dei candidati a sindaco. Importante invece il risultato dei partiti: il PD è il primo partito nella coalizione Manfredi col 15 per cento, davanti al Movimento 5 Stelle al 12,8. Nel campo di Maresca Forza Italia non supera il 6%, mentre Fratelli d’Italia ottiene il 4 per cento.

16:40 – Seconde proiezioni di Swg-La7 che confermano l’ampio vantaggio di Gaetano Manfredi. L’ex ministro e candidato di Pd e M5S è quotato al 60 per cento, davanti all’ex pm e candidato del centrodestra Maresca al 19%. Bassolino resta davanti ad Alessandra Clemente. La copertura è del 10%.

16:00 – Clamoroso vantaggio di Manfredi secondo la prima proiezione Swg-La7: il candidato di centrosinistra e M5S sfonda quota sessanta per cento con forbice 60-64%, Maresca affonda al 15-19% mentre Bassolino è davanti alla Clemente con 8-12 per cento. Un dato sostanzialmente confermato dalle proiezioni Rai-Opinio che danno l’ex ministro dell’Università al 62,4% contro il 19 di Maresca.

15:10 – Manfredi in ballo per una vittoria al primo turno secondo gli istant poll di YouTrend. Il candidato del centrosinistra e M5S è tra il 49 e il 53 per cento, mentre è molto staccato l’ex pm e candidato del centrodestra Maresca. Bassolino davanti a Clemente per la ‘battaglia’ del terzo posto.

IL VOTO LIVE A TORINO

17:00 – La seconda proiezione Swg-La7 su Torino accorcia le distanze tra Lo Russo e Damilano: il candidato Pd è avanti col 41 per cento ma l’imprenditore candidato col centrodestra è sotto di un solo punto. Ben più staccata Sganga, del Movimento 5 Stelle, al 9 per cento: un tracollo per il Movimento 5 Stelle che con la Appendino ha governato la città negli ultimi 5 anni.

15:55 –  Stefano Lo Russo per le prime proiezioni di Swg-La7 è avanti col 40-44,6 per cento, mentre è staccato al 36-40 il centrodestra di Damilano: l’esponente PD con questo risultato sarebbe costretto al ballottaggio.

15:10 – A Torino secondo gli istant poll di SkyTg24 è testa a testa tra Damilano e Lo Russo, col candidato del centrosinistra al momento avanti a sorpresa dopo sondaggi che lo avevano dato durante la campagna elettorale leggermente in svantaggio sull’imprenditore.

IL VOTO LIVE A BOLOGNA

16:50 – La seconda proiezione conferma che Matteo Lepore procede verso una vittoria al primo turno. L’assessore uscente del Pd è avanti col 62 per cento dei voti, staccando ampiamente Battistini al 28%. La copertura è del 10 per cento.

15:55 – Anche secondo la prima proiezione di Swg-La7 Lepore è ampiamente avanti con una forbice del 58-62 per cento che gli garantirebbe la vittoria al primo turno. Molto più indietro il candidato del centrodestra Battistini, tra il 27 e il 31 per cento.

15:10 – Lepore largamente in vantaggio secondo YouTrend e i suoi istant poll. Il candidato del centrosinistra stravincerebbe già al primo turno contro Battistini.

IL VOTO LIVE IN CALABRIA

19:30 – Roberto Occhiuto può festeggiare: è il capogruppo di Forza Italia il presidente della Calabria. QUI L’ARTICOLO

17:00 – Anche la seconda proiezioni di Swg conferma Occhiuto verso la vittoria in Calabria. Il centrodestra è largamente avanti al 55 per cento, mentre la ‘battaglia’ per il secondo posto sembra ormai andare verso il centrosinistra e il Movimento 5 Stelle, con Amalia Bruni al 29%. Male de Magistris, che non va oltre il 14%, mentre Oliverio è sotto il due per cento.

16:10 – Con la prima proiezione Swg-La7 si conferma la netta vittoria di Occhiuto e del centrodestra, avanti con una forbice del 56-60%. Dietro il capogruppo di Forza Italia alla Camera Amalia Bruni al 24-28%, quindi Luigi de Magistris all’11-15 e Occhiuto che non supererebbe il 3 per cento.

15:10 – La ‘tendenza’ secondo Swg-La7 è di una vittoria di Occhiuto e del centrodestra, con un “effetto Lucano” per de Magistris. Gli istant poll di Tecnè per Mediaset danno Occhiuto in una forbice del 45-49%: molto indietro Amalia Bruni al 24-28 e de Magistris al 22-26. Oliviero staccato all’1-5 per cento.

 

Redazione